Torna a Chi siamo

Personaggi che hanno fatto la storia

SILVANO LOCCI

Silvano Locci, nato a Terni nel 1938, con trascorsi nella Compagnia “Li Bardasci Ternani” andò a recitare con Taviani nella “Brigata Sperimentale” e si incontrò con gli attori del Piccolo Teatro Città di Terni Valli, Faina e Bizzarri. In quel contesto si crearono i presupposti per riattivare il “Piccolo Teatro” che si era praticamente fermato con il ritiro di Brogelli. Nel 2000 Locci fondò, insieme a Faina (attuale Vice Presidente) e Bizzarri (attuale Vice Presidente Vicario) la “Nuova Compagnia Teatro Città di Terni”, diventandone il Presidente e l’anima stessa della compagnia, seguendo sia l’aspetto artistico che organizzativo, coadiuvato in alcuni momenti dalla compagna Maria Luisa Leone. Attraverso Locci, insignito dell’onorificenza di Cavaliere al merito della Repubblica nel 1982, la compagnia ottenne i lusinghieri risultati che permettono ancora oggi il proseguimento delle attività, malgrado i momenti difficili che tutti noi siamo costretti ad affrontare. Locci si ritirò dalla compagnia per motivi di salute nel 2019 e il 25 settembre dello stesso anno lasciò la carica di Presidente al fratello Tullio.

FRANCESCO VALLI

Francesco Valli (1927 – 2020) fu grande interprete teatrale di personaggi legati ad una straordinaria comicità di gesto, carattere e parola. Iniziò a recitare nel dopoguerra fino al 2016, anno in cui decise di ritirarsi dalle scene. La Nuova Compagnia Teatro Città di Terni deve moltissimo a questo grande ed indimenticabile artista, di cui divenne da subito capocomico, portando avanti lo stesso ruolo che gli era già stato riconosciuto nel “Piccolo Teatro”. Protagonista assoluto del teatro dialettale ternano, gli furono offerte anche diverse occasioni artistiche al di fuori del territorio, ma egli le respinse sempre, tanto era grande l’amore e l’attaccamento alla sua città natale. “Franceschino”, nella vita privata e professionale, si è da sempre contraddistinto per il buonumore, la capacità di ascoltare e consigliare saggiamente chi ne aveva bisogno. Tutte queste doti, unitamente alla determinazione e alla serietà, erano fedelmente trasportate sul palco, così come la sua bonaria ironia, non di rado improvvisata durante una rappresentazione, attraverso una insuperabile mimica ed una ineguagliabile espressività, capaci di catturare l’attenzione totale del pubblico. Francesco, ricordato soprattutto nella sua memorabile interpretazione de “lu paciarellu”, ha fatto emozionare intere generazioni con le sue doti recitative e, per chi ha avuto la fortuna di conoscerlo, con la sua bontà d’animo. Francesco vinse numerosissimi premi come migliore attore durante la sua lunga carriera artistica; gli ultimi gli furono conferiti in occasione del suo ritiro dalle scene nel 2016 per mano della UILT Umbria, insieme al collega e amico Fosco Marcucci, come manifestazione di ammirazione e gratitudine per il suo impegno verso il teatro e per mano del Sindaco di Terni, a quel tempo il Dr. Di Girolamo, che gli consegnò una targa con il Drago d’Oro per i suoi 70 anni di carriera teatrale.

FOSCO MARCUCCI

Fosco Marcucci(nato nel 1942)iniziò a recitare con il “Piccolo Teatro” nel 1960, sostituendo un attore indisposto e proseguì la sua carriera artistica fino al 2016. Divenne amministratore del “Piccolo Teatro” nel 1998, anno in cui Brogelli “andò in pensione”, fino al 2000, quando confluì nella “Nuova Compagnia”. Storiche sono le sue interpretazioni di Tony Fugone, il gangster de “lu paciarellu”, di Bastiano, detto “Tarzan” in “Focu de paja”, o del tirchio nella commedia “Lu fantasma de famija”. Marcucci interpretò la parte del padre in varie rappresentazioni, come “Lu fijo de parlinfaccia”. Nel 2016 ricevette, insieme a Valli, un premio alla carriera dalla UILT Umbria, con un messaggio di stima e ringraziamento per aver contribuito significativamente alla vita del Teatro ternano.

Permalink link a questo articolo: http://www.nuovoteatroterni.it/chi-siamo/personaggi-che-hanno-fatto-la-storia/